Il Vicolo della Paura, a differenza dei tradizionali tunnel dell’orrore, si presenta come una sorta di “percorso teatrale”, dove coloro che si avventureranno al suo interno saranno spettatori di storie e immagini orrorifiche, guidati dai guardiani di questo luogo lungo un percorso popolato da figure da incubo provenienti dalle paure umane più recondite... un luogo separato da spazio e tempo in cui niente ha vita e valore... se non il terrore.

Quest'anno il vicolo segue la nuoca area dedicata all'horror (Città degli Incubi) e verrà trasportato in una nuova location, che renderà l'esperienza ancora più lunga e indimenticabile. I partecipanti traghettati in un mondo altro, fuori dai ritmi giocosi e festaioli della Festa dell'Unicorno, saranno completamente circondati dal terrore.... Un esperienza da non perdere per vivere un incubo senza fine...

VISITARE IL VICOLO

Dato l'elevato interesse che questa iniziativa suscita, consigliamo di prenotare in anticipo il proprio passaggio nel Vicolo della Paura, in modo da snellire le code e agevolarne l'organizzazione.

La prenotazione si fa direttamente alla festa, allo stand prenotazioni in Via Cermenati (area Città degli incubi).

La prenotazione non è obbligatoria, ma vivamente consigliata, dato che ad ogni turno verrà data infatti la precedenza a coloro che hanno prenotato. Tenete presente che ogni passaggio nel vicolo deve avere un numero limitato di partecipanti, così da garantire un'esperienza il più coinvolgente possibile.

L'INTRODUZIONE DELL'EDIZIONE 2016

Il terrore ha colpito la tranquilla e ridente cittadina di Vinci: una coppia di fidanzati del posto ha improvvisamente manifestato segni di una strana e violenta follia. Lui si suicidò poco dopo. Lei scomparve, scappata da casa dicono...

Poi le loro famiglie ebbero dei sintomi, e poi altri della comunità, come una sorta di morbo che si spargeva velocemente. Gli abitanti erano terrorizzati e sconvolti. Niente faceva effetto: tranquillanti, psicofarmaci, isolamento...

Le persone interrogate hanno rivelato che tutti i contaminati avevano frequentato il vecchio sentiero abbandonato sotto la Misericordia.
Poi un giorno tutto è cessato così come era iniziato. Per mesi la gente non ne ha più parlato, qualcuno crede di ricordare che c’erano numerosi ecclesiastici in visita a Vinci in quei giorni...

Ma dove sono finiti i contaminati dalla follia? Quale era la causa? Perché è cessata così all’improvviso?

Qualcosa però sta cambiando... Le persone cominciano a sviluppare l'insano desiderio di visitare quel posto, e si stanno organizzando numerosi gruppi di curiosi che vogliono vedere con i propri occhi il luogo del mistero...

A CURA DI

COMPAGNIA TEATRALE UNICORNO

Corsi di Teatro a Vinci

 

IN COLLABORAZIONE CON


CREA FX

effetti speciali e trucco cinematografico Firenze

 

 

ShareThis